Regolamento Utenza

Regolamento Utenza

La Selav S.p.A., concessionaria del servizio elettrico, predispone ed offre il servizio per l'illuminazione votiva dei loculi, tombe,  fosse  e  ossari nelle forme: Votiva eterna - Votiva occasionale.
 
1. LAMPADE VOTIVE ETERNE
 
Il servizio votivo eterno è costituito dall’accensione di una lampada allocata
su un portalampade(scheda e portalampada)di tipo unificato e collegati
all’impiantoelettrico nel rispetto delle normative vigenti.
Chiunque può richiedere di accendere una o più lampade Votive ad un loculo,
inoltre allo stesso loculo più utenti possono chiedere di accendere ciascuno
separatamente una o più lampade Votive
 
1.1 - La lampada ed il portalampada sono di proprietà della  società concessionaria
che ne curerà la manutenzione, la funzionalità e la sicurezza unitamente
all’impianto elettrico.
 
1.2 - Il servizio è fornito ininterrottamente per tutte le 24 ore giornaliere per
tutti i giorni dell’anno, fatto salvo casi di forza maggiore indipendenti dalle proprie
volontà, nonché per interruzioni dovute a manutenzioni e o interventi all’impianto
elettrico per il tempo strettamente necessario; viene garantita
ogni più idonea sorveglianza ed assistenza per la perfetta ed ininterrotta
accensione.
 
1.3 - Ove l'utente ritenga voler apporre al loculo apparecchiature elettriche
speciali, a sue spese,  queste dovranno preventivamente essere approvate
dalla Selav, tenuta a verificarne la conformità alle norme vigenti, oltre alla
compatibilità all’impianto esistente, nel caso di “nulla osta”, queste resteranno
di proprietà dell'utente, che ne risponderà direttamente e ne curerà la manutenzione.
E' facoltà della concessionaria chiedere in qualsiasi momento la sostituzione
delle apparecchiature ove queste presentino o siano causa di inconvenienti
tecnici; quindi a provvedere alla ulteriore installazione di sostegni conformi di
tipo unico, disattivando le apparecchiature non conformi
(senza l’addebito dei costi aggiuntivi per l’utente);
 
1.3.1 - All’utenza è fatto assoluto divieto di utilizzare nelle cappelle apparecchi
di illuminazione autonomi autoalimentati nonché ceri e lumini.
1.3.2 - All’utenza è fatto assoluto divieto di manomettere gli impianti elettrici
per qualsiasi motivo, ai trasgressori saranno addebitati i danni derivati
 
1.4 - L'utente è tenuto a comunicare alla concessionaria l'eventuale variazione
del recapito.
 
1.5 - Contratto e pagamenti
Il servizio di accensione di una lampada votiva eterna va richiesto alla SELAV S.p.A.
presso i suoi uffici cassa con le modalità ed oneri di seguito descritti.
Il contratto per l’accensione della lampada votiva è annuale, inteso come anno
solare (gennaio-dicembre). La richiesta intervenuta nel corso dell’anno,
il cui pagamento sarà calcolato per porzione di anno, si intende effettuata
a tutto il 31 dicembre dell’anno in corso.
1.5.1 - l'utente dovrà corrispondere, all'atto della richiesta di attivazione
della lampada, un importo una tantum per l’allacciamento di € 11,82.
Tale prezzo è adeguato, tenendo a riferimento gli indici ISTAT nonché eventuali
oggettive variazioni di aliquote o del mercato.
1.5.2 - l'utente dovrà corrispondere anticipatamente, all'atto della richiesta di
attivazione della lampada, un deposito cauzionale pari ad € 13,00, che sarà
restituito alla fine del rapporto;
1.5.3 -Il pagamento del canone della lampada votiva per il servizio di accensione
ai loculi è annuale ed anticipato (da effettuarsi entro il primo trimestre);
1.5.4 -Il pagamento per il servizio di accensione alle fosse è sempre anticipato e
va effettuato per l’intero periodo di interro;
1.5.5 -L’erogazione del servizio si intende tacitamente richiesta e quindi
rinnovata, di anno in anno, da parte dell’utente salvo sua specifica disdetta per
iscritto almeno 30 giorni prima della  scadenza (31 dicembre). Per le fosse
invece la disdetta è automatica all’atto dell’avvenuta esumazione salvo
richiesta precedente da parte dell’utente, che sarà recepita a far data al
mese successivo l’avvenuta comunicazione. In tutti i casi anche nel caso
che la disdetta sia presentata nel corso dell’anno, l ’utente è sempre tenuto
al pagamento del periodo di erogazione del servizio, ovvero ad allineare i
pagamenti al mese di effettiva interruzione del servizio.
1.5.6 -Nell’ipotesi in cui l’utente paghi erroneamente il canone dell’anno due volte,
la Selav al fine cautelativo imputerà il pagamento per l’anno successivo
(o per il periodo ulteriore corrispondente all’importo versato), fatta però
salva la facoltà dell’utente di richiedere il rimborso di quanto pagato in eccedenza,
previa consegna del “titolo/bollettino” in originale del secondo pagamento effettuato.
 
1.6 - Emissione conti correnti
La Società promuove, quale servizio all’utenza, per la semplificazione dei pagamenti, l’emissione di appositi bollettini di C/C postale prestampati, inviandoli all’indirizzo dell’utente, maggiorato delle spese di emissione. Detto invio avviene entro il 15 gennaio.
La mancata ricezione del bollettino non esime o giustifica l’utente per mancati o tardivi pagamenti.
L'utente potrà avvalersi del suddetto bollettino prestampato presso gli Uffici Postali o servirsi degli uffici cassa della Selav S.p.A.
1.6.1 - La ricevuta dell'ufficio postale, dell'ufficio cassa della Selav S.p.A. o l’evidenza (salvo verifica) del bonifico bancario sono gli unici documenti che attestano l’avvenuto pagamento;
 
1.7 - Conguagli
la diversità di importo per i pagamenti per lampade votive effettuati anticipatamente dall'utente, nel caso si verifichino variazioni delle tariffe nel corso dell'anno, andrà conguagliata nei successivi pagamenti.
 
1.8 - Morosità
Al trascorrere del primo trimestre dell’anno solare, nel caso di mancato pagamento, la Selav S.p.A. può richiedere la mora che andrà a sommarsi al canone.
Dopo avere effettuato due emissioni di conto corrente,  dopo aver  posizionato sul loculo, anche, un apposito cartellino, conforme alle norme sulla privacy, con l’invito a contattare gli uffici Selav,  nel mese di  Ottobre (generalmente a partire dalla metà del mese), constatando l'assenza di interessamento da parte dell'utente, la concessionaria sospenderà la fornitura, facendo proprio il diritto di richiedere le somme dovute, maggiorate delle eventuali spese legali;
Ovviamente a quella posizione (loculo) non saranno consentiti altri allacciamenti fino al saldo del debito esistente e chiunque si assuma l’onere di pagare dovrà versare l’arretrato corrispondente al servizio erogato.
 
1.9 - Prezzi
Le tariffe praticate per ogni operazione sono concordate già alla sottoscrizione del contratto di concessione, eventuali aumenti sono pianificati l’anno prima per quello successivo, tenendo a riferimento gli indici ISTAT nonché eventuali oggettive variazioni di mercato.
Le tariffe sono uniche ed uguali per tutti gli utenti, nell’ambito della stessa concessione, sono esposte e pubbliche presso i ns. uffici cassa, il ns. Ufficio informazioni Utenti e sul ns. Sito
 
2. LAMPADE VOTIVE OCCASIONALI
 
Il servizio Votivo Occasionale è costituito dall’accensione temporanea di unao più lampada per un minimo tassativo di 8 giorni nell’anno così come previsti nel seguente punto 2.1, previa pagamento del corrispettivo ovvero della tariffa approvata dal comune di Napoli. L’accesso al servizio occasionale, determinato dalla adesione alla prenotazione minima degli 8 giorni, consente di accendere le lampade occasionali per qualsiasi altro ulteriore giorno nell’anno. La lampada è allocata su apposito portalampade di tipo unificato collegati all’impianto elettrico nel rispetto delle normative vigenti. Questi può essere fisso o provvisorio ma sempre rispondente alle caratteristiche normative e tecniche. Qualora non vi fosse un portalampade di proprietà dell’utente la stessa Società  provvederà gratuitamente alla sua fornitura (provvisoria).
Nella giorni stabiliti le lampade sono accese dalle ore 08.30 alle ore 17.00.
Chiunque può richiedere di accendere una o più lampade Votive Occasionali ad un loculo, inoltre allo stesso loculo più utenti possono chiedere di accendere ciascuno separatamente una o più lampade Votive Occasionali.

 
2.1-Così come previsto nel “Prestazionale dei Servizi” approvato dal Comune di Napoli, il numero dei giorni definiti ad inizio anno è 8, coincidenti con le principali ricorrenze (2 gg S. Pasqua, 3 gg Commemorazione dei Defunti, 3 gg S. Natale) variabili per ogni accensione ed anno in funzione dei giorni della settimana in cui ricadono le ricorrenze, per meglio consentire la frequentazione, nonché lo svolgersi di Riti e Funzioni religiose, ma immodificabili rispetto al numero di giorni; Non sarà, pertanto, possibile effettuare prenotazioni per un numero di giorni inferiore e prenotare le lampade per le singole festività menzionate.
E’ possibile avendo aderito alla prenotazione minima, prenotare le lampade per giorni ulteriori e diversi da quelli specificati con le modalità previste dal presente regolamento o definite di volta in volta dalla Società e comunicate in modo diffuso ed adeguato (Affissioni – pubblicazione sul sito e/o circolari).
Qualora l’utente non richieda l’espletamento del servizio per le lampade occasionali, la Selav al fine di garantire il servizio in termini di: correttezza, trasparenza, legalità potrà provvedere alla disattivazione (reversibile) del circuito occasionale delle apparecchiature (ribalte) elettriche installate sul loculo.
Resta, ovviamente, libera la scelta del numero di lampade da accendere.
 
2.2- il termine ultimo per effettuare le  prenotazione è il terzo giorno precedente quello dell’accensione.
Per prenotare per giorni diversi da quelli previsti nelle tabelle definite all’inizio dell’anno occorre recarsi presso i nostri sportelli esclusivamente negli ultimi due giorni utili per le prenotazioni
 
2.3 -Nelle altre accensioni, ove è più facile gestire le prenotazioni e quindi far coincidere la soddisfazione degli utenti con le esigenze organizzative il termine è solo indicativo.
 
2.4 –La Selav può promuovere l’emissione di appositi bollettini di C/C postale prestampati recanti la proposta per la prenotazione delle lampade occasionali per gli 8 giorni minimi, riportando la scadenza indifferibile entro cui poter provvedere al pagamento per consentire l’organizzazione del servizio ed assolvere alle prenotazioni. Altre modalità di pagamento sono:  presso gli sportelli, compilando un bollettino di conto corrente postale ( n. 40164527); eseguendo un bonifico bancario, recependo le informazioni utili presso il nostro servizio di customer o sul sito www.selav.it.
 
2.5 - - La ricevuta (dell'ufficio postale, dell'ufficio cassa della Selav S.p.A., l’evidenza del bonifico)  è l’unico documento che attesti l’avvenuto pagamento;
L’utente è tenuto a controllare la corrispondenza dei dati trascritti sulla ricevuta con quelli dichiarati. Non si accetteranno reclami derivanti da errori di trascrizione dei dati o di identificazione delle nicchie. I reclami devono essere tempestivi per consentire le necessarie verifiche: Non saranno presi in considerazioni reclami intempestivi e comunque successivi ai 7 giorni dalla data dell’accensione.
 
3.La SELAV S.p.A.  comunicherà eventuali nuove proposte o variazioni alle modalità del servizio, agli utenti a mezzo servizio postale ed avvisi affissi visibilmente nei cimiteri, nelle cappelle e nei propri  societari.
 
4. INFORMATIVA   AI   SENSI DEL D. LGS NR. 196/2003
 
I suoi dati personali, da Lei forniti, verranno trattati secondo la normativa indicata; tale trattamento sarà improntato ai principi di correttezza liceità e trasparenza e di tutela della Sua riservatezza e dei Suoi diritti.
L’informativa per trattamento dei dati personali intende anche il semplice utilizzo dell’indirizzo per l’invio di lettere o materiale informativo. I dati sono trattati con strumenti elettronici per il tempo strettamente necessario e per conseguire gli scopi per cui sono stati raccolti: adempimento  appieno dei servizi da Lei richiesti; invio di comunicazioni e proposte commerciali attinenti; l’invio di comunicazioni e richieste di pagamento degli oneri previsti per conto del Comune di Napoli e/o dell’Amministrazione della Cappella dove è ubicato il sui loculo. I suoi dati personali sono comunicati a società esterne cui sono demandati i servizi di stampa e postalizzazione dei bollettini per il pagamento delle utenze. I soggetti interessati, cui si riferiscono i dati hanno il diritto in qualunque momento di ottenere la conferma dell’esistenza o meno dei medesimi dati e di conoscerne il contenuto, l’origine e la modalità di trattamento, la logica applicata nel caso di utilizzo di strumenti elettronici, di verificarne l’esattezza o chiederne l’integrazione o l’aggiornamento o la rettificazione, di ottenere l’indicazione dei soggetti o delle categorie di soggetti ai quali i dati personali possono essere comunicati o possono venirne a conoscenza in qualità di responsabili o di incaricati. I soggetti interessati possono altresì richiedere di non ricevere comunicazioni inerenti il solo invio di materiale informativo dandone comunicazione agli incaricati del titolare. (art. 7 D. LGS 196/03).